Il testo della nota unitaria di CGIL-CISL-UIL

On. Sig. Ministro,
il piano vaccinale per il Covid-19 predisposto dal Ministero della Salute prevede, dopo la
vaccinazione del personale sanitario e delle categorie più a rischio, la progressiva
vaccinazione delle altre categorie di popolazioni, fra le quali quelle appartenenti ai servizi
essenziali. Ci sembra superfluo ricordare che i servizi di vigilanza e apertura dei luoghi
della cultura sono servizi pubblici essenziali ai sensi della L. 146/1990.
Riteniamo pertanto opportuno che tra le categorie di personale riconducibili ai servizi
essenziali oggetto di progressiva vaccinazione venga ricompreso, sempre assicurando la
forma volontaria garantita dalle norme, anche il personale del MiBACT e il personale
esterno che a vario titolo lavora nei nostri istituti.
Certi che tale richiesta incontrerà un Suo favorevole e fattivo interessamento, cogliamo
l’occasione per augurarle buon lavoro per il rinnovo del prestigioso incarico quale Ministro
di codesto Dicastero.

Testo originale