CIRCOLARE 1715 –  PUBBLICAZIONE BANDO A 1052 POSTI ASSISTENTE ALLA VIGILANZA -NUOVO CCIM – PAGAMENTO PROGETTI DI VALORIZZAZIONE E CONTO TERZI – INFORMATIVA SULLO SMART WORKING
  • PUBBLICAZIONE BANDO A 1052 POSTI ASSISTENTE ALLA VIGILANZA
  • NUOVO CCIM
  • PAGAMENTO PROGETTI DI VALORIZZAZIONE E CONTO TERZI
  • INFORMATIVA SULLO SMART WORKING

Il bando a 1052 posti di assistente alla vigilanza, che doveva essere pubblicato il 31 luglio dovrebbe invece essere pubblicato nella G.U. di venerdì 9 agosto a causa di un ritardo negli adempimenti da parte del FORMEZ.

Sono poi proseguiti i lavori di definizione dei dettagli del CCIM. Per quanto riguarda i comandi la DG Or ha comunicato che è orientata per il momento a dare parere sfavorevole ai comandi in uscita per via della sospensione dei comandi in entrata intimata dagli organi del MEF, fino a che non sarà da questo riconosciuta la facoltà del Mibac di operare entrambi i tipi di comando. L’Amministrazione ha pure annunciato che è previsto un incontro con la Ragioneria Gen. dello Stato al fine di sbloccare la situazione. Nel frattempo non è più previsto il rinnovo dei comandi “storici”, in quanto ormai riassorbiti in organico sono state quindi precisate terminologie e modalità di procedura per i comandi nel nuovo CCIM.

E stato altresì inserito lo “smart working” sulla base dell’accordo già stipulato che è previsto possa essere rinnovato.

E’stata prevista inoltre, per quanto riguarda la concessione di aspettative, una priorità per formazione attinente al profilo professionale rivestito (master, dottorati, ecc.).

Per le modalità di concessione del part-time (entro i limiti contrattuali compresi tra il 30 ed il 70 %) si dovrà tener conto della conformità delle fasce di orario richieste con quelle esistenti nell’Istituto di appartenenza, nel senso che non si dovrebbero poter “ritagliare” orari parziali diversi da quelli di lavoro ordinario.

            Si è poi passati al tema della banca delle ore ed al problema dell’inserimento del limite massimo delle ore cumulabili ed un termine per il loro utilizzo. In molti Istituti vi sono situazioni per cui i dipendenti hanno accumulato centinaia e talvolta migliaia di ore e si pone quindi il problema di smaltimento transitorio di tali accumuli sul quale ha molto insistito l’Amministrazione dichiarando l’intenzione di considerarlo condizione per far ripartire la banca delle ore.

Le OO.SS. hanno insistito affinché la banca delle ore, prevista dal CCNL 2016-18, possa partire immediatamente quantomeno per i lavoratori che fossero sotto il predetto limite.

Si è infine concordato, su nostra proposta, che nel CCIM sia previsto il solo regime della banca secondo i criteri contrattuali e che, per il transitorio, nelle more dell’esame della bozza da parte degli organi di controllo l’Amministrazione provveda nei confronti dei dirigenti periferici a far partire piani di smaltimento in ciascun Istituto in modo che, appena registrato il CCIM, la banca delle ore possa ripartire per i lavoratori che sono al di sotto del predetto limite.

Per quanto riguarda la determinazione di quest’ultimo, le OO.SS. hanno posto il problema delle attualmente troppo scarse risorse per gli straordinari che appaiono in palese contraddizione col CCNL (art. 27) che prevede implicitamente una piena facoltà del lavoratore di optare per la retribuzione come straordinario dell’intero monte ore accumulato. L’Amministrazione si è riservata di consultarsi in merito prima di chiudere il punto.

Per quanto riguarda il pagamento dei progetti di valorizzazione 2018 la Direzione Bilancio comunica di aver inviato da una settimana il decreto di ripartizione tra gli Istituti all’UCB per cui si presume che il pagamento possa avvenire nel mese di settembre. Per quanto riguarda il pagamento del conto terzi gennaio-maggio e novembre-dicembre 2018 il pagamento dovrebbe avvenire nei medesimi termini. Quello relativo a settembre-ottobre 2018 rimane ancora in corso di trattamento in quanto fondato su somme riassegnate nel 2018 che per il MEF richiedono una procedura più complessa e lunga.

Infine per quanto riguarda lo stato di attuazione dello smart working, l’Amministrazione comunica che hanno aderito 566 lavoratori del Ministero alla prima tranche del progetto (la seconda è prevista per ottobre-novembre) sarà inviata nella giornata di domani una circolare sullo smart working e sarà aperto contestualmente un portale dedicato al quale potranno accedere i lavoratori interessati che dovranno concordare il piano di lavoro individuale con i rispettivi dirigenti e compilare ed inviare i moduli allegati. Alla Circolare verranno allegati un manuale esplicativo e le linee guida sulla dotazione informatica. Le adesioni saranno raccolte entro agosto ed i progetti potranno partire dal 16 settembre mentre nello stesso mese mentre nello stesso mese l’Amministrazione concluderà il monitoraggio previsto nella suddetta circolare. L’Amministrazione ha pure annunciato di prevedere un supporto informativo pratico ai dirigenti per superare le criticità dell’avvio del nuovo progetto.

                                                                                               Fraterni saluti

                                                                       La Segreteria Nazionale UILPA-MIBAC